Torna alla Scheda

Fiorite da ceneri di lava

Carmela Tuccari

NEVE SULL’ETNA

L’agile mano del vento

lacera cumuli grigi

per sciorinare al sole

brandelli di bambagia.

Alla carezza del giorno

ride stupore di neve

e lievi dita di luce

frugano morbide pieghe.

S’inquieta il tepore

nel denudare ferite di lava

… sotto quel candido manto

freme torpore di fuoco.

BRICIOLE

Briciole d’anima, i miei pensieri

si raccolgono in corolle di parole

per sbocciare alla vita.

E si dissolvono in petali di terra

sulle pagine bianche

dove non vibra l’armonia del verso.

Sono briciole di sole, i miei pensieri

sfuggiti alla memoria del cosmo.

Smaniosi di luce, di spazi, di voli

alle mani deluse regalano

mosaici d’ombra.

Si fa nuvola di marzo il mio cuore

senza magia d’immagini

e prego rugiada d’immenso.

La formattazione di questa pagina è a cura dell'Artista dell'Opera