Le stanze del cuore

Nome Autore

Numero Like

ADBLOGO_PREVIEW.jpg

Testo mi piace

Le opere possono esser votate solo dai membri registrati di Artisti di Borgo.

Clicca qui per registrarti

Il tuo utente risulta bloccato.

Contattaci per informazioni.

Info

Sette stanze, sette luoghi del cuore da esplorare.

Nasce così il romanzo “Le stanze del cuore”, tentativo di restituire una vita alla Casa dei nonni, l’unico spazio che non cambia mai nei ricordi.

Memoria e storia si fondono, mescolando i contorni sfumati di posti che sono metafora dei luoghi dell’anima.

E il cuore torna a vivere, assaporando il senso del tempo che sopravvive all’oblio.

Paradossalmente il tempo scorre inesorabile e inesorabilmente lascia tracce nell’esistenza.

L’anima (ciò che i latini concepivano come soffio vitale) riempie di vita i luoghi più cari; l’animo, inteso come nous, li esplora. Nel cuore tutto è salvo.

Da un’intensa riflessione sul tempo nasce un romanzo denso di affanni e sorprese, di emozioni e paure.

Paura è quella di perdere per sempre le persone care dopo la loro scomparsa; emozione è trovarle immutate nel ricordo che, solo, salva le cose.

Da qui sgorga libero il pensiero di Maddalena, la narratrice-protagonista di un racconto che ruota intorno agli affetti, nel recupero di uno spazio ancestrale.

All’inizio della narrazione pare di trovarsi dentro la Casa dei nonni, di ascoltare i loro racconti accanto al braciere; poi pare di perderli e, ancora, di non averli mai lasciati.

L’esistenza sopravvive alla vita: ciò ch’è stato non si cancella solo perché non ci sia più.

Gli affetti resistono al ricordo in un abbraccio di foscoliana memoria: la casa antica, i profumi, le movenze, tutto resta saldo, restituendo valore ed eternità alle cose.

Con il racconto “Le stanze del cuore” ho inteso esprimere un vissuto conosciuto dapprima sui libri, poi attraverso le memorie della gente di paese.

Il romanzo è incentrato sulle peripezie di due fratelli italiani, Mario e Carlo (i nomi sono inventati) costretti ad emigrare in America negli anni ’60 del secolo scorso.

Gallery

Gallery

Altre Informazioni

Facebook.jpg
Linkedin.jpg
Instagram.jpg
logo youtube.jpg
In città
POIADB.jpg
0